Pasta philadelphia e asparagi

mercoledì 12 aprile 2017

Primavera: tempo di asparagi

Oggi sono andata al mercato delle erbe e ho visto dei bellissimi asparagi, così mi è venuta in mente una bella ricettina! Spero che piaccia anche a voi, visto che a casa mia hanno divorato anche il piatto!

Ingredienti (per 4 persone):
400 gr. di pasta
150 gr. di asparagi verdi
150 gr. di Philadelphia
1 cucchiaino di curcuma
Sale
Pepe
Grana padano


Procedimento:

Per prima cosa pulite gli asparagi. Un modo semplice per evitare di ritrovarsi tra i denti dei gambi troppo coriacei è quello di pulirli a mano senza l’uso del coltello. Fate una leggera pressione sul gambo e questo si spezzerà, conservate la parte con la punta ed usate il resto per un brodo. Mettete su l’acqua per la pasta, salatela e fate cuocere contemporaneamente pasta e asparagi tagliati a pezzetti. 
Nel frattempo preparate la crema versando in una ciotola capiente il Philadelphia, un filo di olio extravergine d’oliva, la curcuma e mezzo mestolo di acqua bollente della pasta. Mescolate bene il tutto fino ad ottenere una crema omogenea.
Scolate la pasta e amalgamatela ben bene alla crema di formaggio.
La curcuma, oltre a donare al piatto un bel colore dorato è ricchissima di proprietà, per questo, quando posso, ne aggiungo un pochino ai miei piatti.

💬 Vediamo se riesco a convincerti ad usarla elencandoti qualche proprietà: è disintossicante, antitumorale, antinfiammatoria, cicatrizzante, abbassa il colesterolo e fa bene al cuore!

Buon appetito!

Pesto di pistacchi

giovedì 6 aprile 2017

La primavera è ormai sbocciata e...


Con l’avvicinarsi della bella stagione amo i piatti colorati, sani e che rimandino inevitabilmente al green e che siano salutari e pratici.

Ecco una ricetta super facile e davvero gustosa.

I pistacchi sono costituiti per il 3,9% da acqua, per il 20% da proteine, da carboidrati, 3% da ceneri, 10% da fibre, 7,60 da zuccheri e per l’1,5% da amido.
I minerali presenti sono: calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio, manganese, selenio, fluoro e rame.
Ottimi in caso di colesterolo, pelle secca, proteggono gli occhi, contro l'anemia...insomma un vero toccasana! 💚


Ingredienti:

100 pistacchi
30 gr pinoli
1 mazzetto basilico fresco
40 gr parmigiano
Sale q.b.
Olio q.b.


Procedimento:

Pulire i pistacchi dai gusci poi metterli in una pentola piena di acqua bollente e cuocere per 5 minuti circa.
Questa operazione servirà per ammorbidire la buccia e quindi pulirli più facilmente.
Asciugarli bene e poi tostarli in padella antiaderente insieme ai pinoli e a una presa di sale.
Mettere poi  la frutta secca in un frullatore, aggiungere il parmigiano, ancora due granelli di sale e le foglie di basilico e poi frullare il tutto velocemente aggiungendo dopo a filo l’olio.

Buon appetito!


Pizza “scima”, ricetta tipica abruzzese

lunedì 3 aprile 2017


Direttamente dall'Abruzzo


La pizza “scime” o “scima” in provincia di Chieti, o “scive” nel Pescarese e nel Teramano, “ascima” nell’Aquilano. Qualunque sia la provincia gli ingredienti base sono sempre gli stessi: farina, olio extravergine di oliva, acqua e sale. L’importante è che sia azzima, cioè senza lievito. Bassa, bianco dorata, con rilievi romboidali in superficie ritagliati con il coltello sull’impasto per renderla facilmente porzionabile nel momento del consumo, la pizza scime, che viene mangiata al posto del pane, testimonia una probabile origine dalle numerose comunità ebraiche storicamente presenti in Abruzzo. Alcune varianti prevedono la sostituzione di una parte dell’acqua con un bicchiere di vino bianco. Originariamente, una volta stesa la pasta veniva cotta direttamente sul piano del focolare, sotto il “coppo”, un’ampia e bassa campana in ferro provvista di un manico nella parte superiore, che veniva circondato di brace.  



Ingredienti:

700 gr. di farina di grano tenero 
40 cl. di vino bianco (Trebbiano d’Abruzzo)
30 cl. olio extra vergine di oliva


Procedimento:

Mescolare il tutto, unendo pian piano il vino e l’olio finché l’impasto sia liscio ed omogeneo.
Con l’ausilio di un mattarello stendere l’impasto su un tagliere di legno dalla forma circolare.
Lo spessore ottimale da raggiungere è di circa 1,5 cm.
Con il coltello poi realizziamo delle incisioni lungo tutta la superficie dell’impasto e andiamo a formare dei rombi e bucherellare con  i rebbi della forchetta.
Quindi aggiungiamo un filo di olio e un pizzico di sale sulla superficie e la pizza sarà pronta per la cottura.

Se usate il forno a normale, a 180 gradi per circa 20 minuti (controllate la doratura)

Buon appetito!



Biscotti aromatici



Biscotti aromatici, la ricetta con lo zafferano. 


L'ideale per iniziare la giornata nel modo giusto. E per una versione ancora più gustosa, aggiungete anche il cacao in polvere.
Semplici da preparare e dal sapore davvero speciale grazie alla presenza dello zafferano tra gli ingredienti, questi biscotti aromatici fatti in casa sono l’ideale per iniziare la giornata nel modo giusto, con una colazione nutriente e sana. E non solo: accompagnateli anche con una tazza di tè nel pomeriggio, una vera e propria prelibatezza.



Ingredienti:

80 gr. di burro
1 rosso d’uovo
1 dl. di latte 
2 bustine di zafferano
25 gr. di mandorle ridotte in polvere
40 gr. di zucchero
150 gr. di farina


Procedimento:

Diluite una bustina di zafferano in due cucchiai di latte, e l’altra bustina in un decilitro di latte, poi lasciatele riposare un’oretta.
Intanto, lavorate il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice, aggiungete il rosso d’uovo, e i due cucchiai di latte allo zafferano, lavorate ancora, unite poi la polvere di mandorle e la farina.
Preparate i biscotti e poi disponeteli su una placca ricoperta di carta forno. Spennellateli con l’altro latte allo zafferano per renderli dorati.
Fate cuocere in forno a 160° C per 15 minuti.
Secondo il vostro gusto, aggiungete cacao in polvere, cannella in polvere, chiodi di garofano in polvere e zenzero in polvere. Con un mix di spezie aromatiche sono perfetti. I biscotti aromatici sono ottimi anche con la cioccolata calda.

Per decorare:

Utilizzate sia il cioccolato fuso che una glassa preparata con zucchero a velo, qualche goccia d’acqua e del colorante alimentare.

Buon appetito!


 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS