Verdure di stagione: Asparagi

martedì 28 febbraio 2017


Verdure di marzo: Asparagi!


E con marzo arrivano anche tante nuove verdure sulle nostre tavole, non per ultimo gli asparagi.
Ottimi per un risotto, una frittata o anche solo con un uovo "occhio di bue".

Vediamo un po' più' a fondo le proprietà e i benefici di questa verdura.

Aspetti nutrizionali:

Povero di sodio e ricco in altri sali minerali (calcio, fosforo, magnesio, potassio), l’asparago vanta anche riconosciute proprietà diuretiche e depurative.

L’apporto nutritivo si completa con il buon contenuto di vitamine C (particolarmente nella varietà verde) e B9.

Proprietà e benefici:

Gli asparagi sono uno scrigno di nutrienti benefici, tra i quali possiamo trovare fibre vegetali, acido folico e vitamine, con particolare riferimento alla vitamina A, alla vitamina C ed alla vitamina E. Presentano inoltre un interessante contenuto di sali minerali, tra i quali è bene evidenziare il cromo, un minerale che permette di migliorare la capacità dell'insulina di trasportare il glucosio dal flusso sanguigno verso le cellule del nostro organismo.

A tale proposito, studi recenti hanno indicato gli asparagi tra gli elementi indicati per il consumo alimentare al fine di attuare una prevenzione del diabete di tipo 2 che inizi proprio dalla tavola. I principi attivi contenuti negli asparagi tramite esperimenti di laboratorio si sono rivelati in grado di agire favorendo la produzione di insulina e diminuendo i livelli di glucosio nel sangue.

Gli asparagi, così come l'avocado, i cavoli ed i cavolini di Bruxelles, risultano essere particolarmente ricchi di una sostanza denominata glutatione, utile a favorire la depurazione dell'organismo, migliorando la sua capacità di liberarsi di sostanze dannose e componenti cancerogeni, oltre che dei radicali liberi.


Inoltre, gli asparagi contengono elevati livelli di un amminoacido denominato asparagina, che costituisce un diuretico naturale, permettendo in questo modo all'organismo di espellere il sodio in eccesso. 

Gli asparagi presentano un elevato contenuto di potassio, un sale minerale prezioso per la regolazione della pressione sanguigna e per il funzionamento dei muscoli, compreso il cuore. Il consumo di asparagi è indicato nella prevenzione delle patologie cardiocircolatorie, oltre che per favorire il buon funzionamento del sistema nervoso.


Insieme ai topinambur, gli asparagi sono considerati particolarmente benefici per il nostro apparato digerente per via del loro contenuto di inulina, una tipologia di carboidrato che giunge intatto all'intestino e che rappresenta una fonte ideale di nutrimento per la flora batterica, con particolare riferimento ai lactobacilli. Oltre a supportare la digestione, gli asparagi sono considerati alla stregua di un vero e proprio antinfiammatorio naturale. Potrebbero esservi controindicazioni al loro consumo per coloro che soffrono di reumatismi o di disturbi renali.


Varietà:

Si può dire che sia il colore a definire varietà degli asparagi, con il verde che domina in diffusione nell'area mediterranea e il bianco che invece risulta prediletto nel Nord Europa e – in Italia – nel Veneto.
Seguendo così un criterio cromatico, possiamo distinguere principalmente tra asparagi:
– bianchi (o di Bassano), immacolati in quanto coltivati nascosti da fonti di luce,
– verdi, che germogliano all'aperto (da cui il colore della clorofilla),
– violetti, originariamente bianchi ma con le punte che bucano il rifugio sotterraneo esponendosi così al sole per colorarsi,
– selvatici, di forma sottile e colore verde uniforme, che crescono spontanei.

È seguendo la stessa scala cromatica che si può ricostruire quella del gusto: sono infatti gli asparagi bianchi quelli più delicati, mentre i verdi e selvatici risultano al palato più forti e i violetti infine acquistano dei toni di amaro.


Uso in cucina:

Gli asparagi sono dotati di una parte sotterranea equivalente alle radici dalla quale spunta la porzione commestibile. A differenza di altre verdure per le quali un minore spessore è sinonimo di tenerezza, per gli asparagi sono proprio i turioni di diametro maggiore quelli più teneri, in quanto dotati di una polpa maggiore rispetto alla parte esterna.
L’asparago accompagna bene ogni genere di piatto, dagli antipasti ai contorni (frittate, quiches), fino ai primi piatti (con riso e pasta). 
Mentre per zuppe o risotti la varietà bianca è ottimale, le frittate si sposano al meglio con gli asparagi selvatici raccolti nei boschi 

Ricorda: non esistono asparagi a lunga conservazione: l’ideale è consumarli freschi, altrimenti sono da tenere due giorni al massimo in frigo.




Pasta brisée fatta in casa

Torta salata fatta in casa? 


Ora di cena, cosa facciamo? 
Guardiamo nel frigorifero e abbiamo un po' di verdure, formaggio e magari un po' di affettato: ottimo... facciamo una torta salata.
Oh mannaggia! Manca la pasta sfoglia! 

Ecco come farla fatta in casa.💙💚

La pasta brisée è l’ideale se avete deciso di invitare a cena gli amici e volete stupirli con tanti sfiziosi stuzzichini preparati con le vostre mani, la pasta brisée è semplice e veloce da preparare in casa: una piccola accortezza è quella di lavorare l’impasto velocemente, evitando che il burro si riscaldi troppo.


Ingredienti:

250 gr. di farina
125 gr. di burro
20 gr. di zucchero
Un pizzico di sale
Poco più di mezzo bicchiere d’acqua fredda


Procedimento:

Disponete la farina a fontana, riponete al centro il burro ammorbidito tagliato a pezzetti, il sale, lo zucchero e l’acqua.
Impastate e lavorate velocemente fino all'ottenimento di un panetto di pasta omogeneo.
Conservate in frigorifero per almeno mezzora avvolto da carta pellicola e poi utilizzate la pasta brisée per le diverse preparazioni.

Buon appetito!





Zuppa noodles con carote viola, tofu e mandorle




Voglia di cucina thai?


Ogni tanto mi piace fare qualche esperimento in cucina, oggi ho provato a fare una ricetta asiatica a modo mio, si perché di asiatico non ha moltissimo ma è pur sempre buona e salutare.
Voglio essere sincera più salutare che buona 😉, sarà che io amo pasta e pizza quindi queste pietanze non mi fanno impazzire ma ogni tanto è pur sempre bello cambiare!
Tra l'altro la carota viola è davvero buona.
Le carote viola sono praticamente identiche alle carote classiche, anche come gusto. L’unica differenza è che hanno un 22% in meno di zuccheri, e sono molto più ricche di antociani, pigmenti idrosolubili che appartengono alla famiglia dei flavonoidi e che ne danno il tipico colore scuro. Queste sostanze sono dei potenti antiossidanti e si calcola che queste carote ne abbiano 4 volte il contenuto che troviamo in quelle arancioni.


Ingredienti (4 persone):

350 gr. di noodles
800 ml. di brodo vegetale
150 gr. zucca
1 peperoncino
1 cucchiaino di curcuma
1 cipollotto
1 mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaio di salsa di soia
3 carote viola
4 mandorle grattugiate

Per il tofu croccante:

400 gr. tofu al naturale
paprika affumicata q.b
2 cucchiai di salsa di soia
1 pezzetto di zenzero grattugiato
Semi di sesamo q.b


Procedimento:

Scaldate il brodo vegetale. Mettete le carote, la zucca e il cipollotto tagliati a pezzetti a bollire nel brodo. Quando saranno teneri, frullate il tutto con il frullatore ad immersione e aggiungete anche la curcuma, la salsa di soia, il prezzemolo e il peperoncino tritati. Abbassate la fiamma.

Nel frattempo tagliate il tofu a dadini. In un wok (o in una padella capiente), scaldate un pochino di olio e lo zenzero. Fate soffriggere per qualche minuto e aggiungete anche i dadini di tofu. Saltate il tutto per 3 minuti e dopodiché aggiungete anche la salsa di soia e la paprika affumicata. Per ultimo aggiungete i semi di sesamo e fate saltare il tutto per un altro paio di minuti. Spegnete la fiamma.

Cuocete a parte in acqua salata per circa 3 minuti i noodles.
Quando saranno cotti aggiungeteli alla zuppa, spegnete la fiamma, mettete il coperchio e fate riposare per circa 5 minuti.

Servite la vostra zuppa di noodles insieme al tofu e alle mandorle grattugiate.

Buon appetito!




Berliner ai lamponi

lunedì 27 febbraio 2017

Berliner ai lamponi...che golosità!


Basta dire Berliner che mi viene fame! Ogni volta che entro in una pasticceria qua in Germania non posso fare a meno di non mangiarlo! Oggi proviamo a farlo in casa...
Il soffice bombolone è ripieno di gelatina di lamponi, fritto nell'olio e spolverato con zucchero a velo.


Ingredienti (8 pezzi):

200 gr. farina bianca
20 gr. lievito fresco
50 gr. zucchero
1 dl. latte tiepido
20 gr. burro morbido
1 pizzico di sale
2 tuorli
Olio di semi (per friggere)
Zucchero per guarnire
120 gr. gelatina o confettura di lamponi


Procedimento:

Versate la farina in una scodella. Formate un incavo al centro. Sciogliete il lievito e un po’ di zucchero nel latte tiepido. Versate nell'incavo. Impastate con poca farina in modo da ottenere una pastella. Coprite e lasciate lievitare per circa 10 minuti in un luogo caldo. Aggiungete al composto il burro, lo zucchero rimanente, il sale e i tuorli d’uovo. Impastate per 5 minuti fino ad ottenere una massa omogenea. Coprite e lasciate lievitare per circa 1 ora in un luogo caldo. Lavorate nuovamente l’impasto e formate delle palline di circa 6 cm di diametro. Posatele su un foglio di carta da forno spennellato con un po’ d’olio. Lasciate lievitare un poco.

In un pentolone o nella friggitrice riscaldate abbondante olio a 160 gradi. Friggete le palline un po’ per volta per circa 5 minuti. Non appena sono di colore bruno dorato da un lato, giratele e dorate l’altro lato. Estraete i Berliner, fateli sgocciolare brevemente e passateli nello zucchero. Fate raffreddare su una griglia. Versate la gelatina di lamponi in una tasca da pasticciere con un beccuccio per Berliner o un beccuccio tondo piccolo. Con il beccuccio praticate un foro in ogni Berliner e riempite il dolce con un po’ di gelatina.

Buon appetito!


💬 Berliner al forno? No problem...
Cuocere in forno preriscaldato a 170/180 gradi per 20 minuti.


Currywurst


Direttamente da Berlino...


Le specialità tedesche sono ovviamente meno rispetto a quelle nostra cucina italiana ma qualcosa di sfizioso ce hanno anche loro.
Affettata e servita con una salsa al curry fatta in casa, la salsiccia Schüblig si trasforma in un piatto culto della tradizione berlinese: il Currywurst.
Ovviamente se non siete in Germania è difficile trovare questo tipo di salciccia potete eventualmente optare per una normale salciccia.


Ingredienti (4 persone):

1 cipolla piccola
2 cucchiai d’olio di arachidi
½ cucchiaino di chili in polvere
½ cucchiaino di cumino
½ cucchiaino di semi di finocchio
4 cucchiaini di curry, dolce o piccante
80 gr. di concentrato di pomodoro
3 cucchiai d’aceto di vino rosso
150 gr. di ketchup
1 dl. d’acqua
4 salciccie schüblig

Procedimento:

Tritate la cipolla e fatela appassire nell’olio. Aggiungete il chili in polvere, il cumino, i semi di sesamo, la metà del curry e fate tostare le spezie. Unite il concentrato di pomodoro, fatelo rosolare brevemente quindi aggiungete l’aceto, il ketchup e l’acqua. Fate sobbollire la salsa per ca. 10 minuti. Lasciatela intiepidire. Rosolate le salsicce nell’olio rimasto per 5-8 minuti. Tagliatele a fette spesse. Versate la salsa al curry sulle salsicce. Cospargete con il resto del curry. Servite con delle patatine fritte.

Buon appetito!


Biscotti Corn Flakes


Voglia di biscotti?


Si sa alla mattina o anche nel pomeriggio è sempre buono sgranocchiare un buon biscotto, se poi è naturale e fatto in casa ancora meglio!
Io non sono una grande fan di biscotti complicati, amo di gran lunga quelli semplici ma allo stesso tempo gustosi.
Capita spesso di acquistare la scatola di corn flakes e di trovare quelli sul fondo molto sbriciolati e quasi ridotti in polvere, così ho pensato a questa semplice ricetta per trasformare i corn flakes avanzati nella scatola in deliziosi biscottini leggeri e fragranti.


Ingredienti:

150 gr. di farina
120 gr. di zucchero
20 gr. di uvetta
2 uova
120 gr. di burro
1 bustina di lievito
150 gr. di corn flakes

Per la decorazione:

300 gr. di corn flakes


Procedimento:

Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso
Aggiungere il burro a tocchetti, la farina e i corn flakes e l'uvetta e amalgamare il composto
Unire il lievito e mettere in frigorifero per 10 minuti
Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e in una teglia con i bordi versate i corn flakes per la decorazione
Prendete una cucchiaiata di impasto fatelo rotolare sui corn flakes affinchè si attacchino per bene fino a ricoprire la pallina
Appiattite la pallina con le mani e disponetela su una teglia foderata con carta forno
Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto

Cuocete in forno a 160 gradi per 15 minuti circa.

Buon appetito!



Muffins ai mirtilli

domenica 26 febbraio 2017




Voglia di dolce?


Ecco una idea buona e gustosa per le vostre colazioni o merende.💙


Ingredienti:

200 gr. di mirtilli, frutti di bosco, o altra frutta tagliata a dadini
200 gr. di farina
100 gr. di zucchero
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito vanigliato
60 g di burro fuso
1 uovo
80 ml. di latte
80 gr. di yogurt
1/2 cucchiaino di scorza di limone grattugiata


Procedimento:

Scaldate il forno a 200 gradi. Imburrate gli stampini per muffin, o foderateli con i pirottini di carta.
Mescolate i mirtilli con circa 1 cucchiaio di farina in una ciotolina e mettete da parte. In un’altra ciotola mescolate la farina, lo zucchero, il sale, e il lievito.
Sbattete insieme il burro, l’uovo, il latte, lo yogurt e la scorza di limone. Con un cucchiaio di legno incorporate delicatamente il composto col uovo agli ingredienti secchi finché sono appena amalgamati. Incorporate delicatamente i mirtilli, senza mescolare troppo.
Riempite gli stampini con il composto fino a 2/3 e cospargete con un po’ di zucchero. Infornate per 25 minuti nel forno già caldo o finché sono ben dorati.


Buon appetito!


Pancakes alla banana e mirtilli

sabato 25 febbraio 2017


Colazione? Pancakes a volontà!


E' bello iniziare con una buona colazione la mattina, nel week end ovviamente si ha un po' più di tempo quindi perché non approfittare e preparare dei gustosi pancakes?
Il pancake è un dolce tradizionale per la prima colazione nell'America settentrionale e, con molte varianti, in altre parti del mondo.


Ingredienti (10 piccoli pancakes o 6 grandi):

150 gr. di farina 00
130 ml. di latte
20 gr. di zucchero
1 banana matura 
1 uovo bio
1 cucchiaino raso di lievito per dolci


Procedimento:

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi; in un altra, sbattete l’uovo con il latte e la banana, che avrete reso in purea schiacciandola con una forchetta.
Unite gli ingredienti secchi a quelli liquidi ed mescolate brevemente per ottenere un composto simile alla pastella.
Scaldate una padella con i bordi bassi, ungetela con un poco di burro o olio di semi. Quando sarà ben calda, versate un mestolino di pastella. Fate cuocere finché compariranno delle bollicine in superficie (ci vorranno circa 2 minuti) rigirate il pancake e fate cuocere per altri 2 minuti.
Ripetete l’operazione con il resto della pastella.
Servite i pancake con delle fettine di banana e con abbondante sciroppo d’acero e guarnite con zucchero a velo e mirtilli.

Buona colazione!


Smoothie al lampone e menta

venerdì 24 febbraio 2017



Gli smoothie sono la vostra passione?

Ottimi per la merenda perché ricchi di frutta e golosi... inoltre sono pronti in pochi minuti. 
Il lampone è una pianta della famiglia delle Rosaceae utile per la circolazione, depurare il sangue e lenire disturbi gastrointestinali. 
I frutti del lampone se consumati freschi come frutta da tavolo, forniscono all'organismo ottime quantità di vitamine A e C di acido citrico, pectina e fruttosio. 
Al di là dell’impiego alimentare da cui si ricava un’azione antiossidante, il lampone è anche uno dei fitoterapici più utilizzati.
I lamponi sono da evitare in caso di gotta o problemi ai reni perché contengono acido ossalico. 
Inoltre, può interagire con i farmaci a base di ferro, limitandone l'assorbimento.  In caso di gravidanza e allattamento, il lampone è ben tollerato ma è sempre bene consultare il ginecologo prima di ricorrere a rimedi fitoterapici.

Ingredienti:

250 gr. lamponi maturi
300 gr. yogurt bianco magro
4 cucchiai di miele 
20 ml. latte bio
3 foglie di menta


Preparazione:

La preparazione dello smoothie ai lamponi è veloce e semplicissima: lavate i lamponi e metteteli a scolare dentro uno scolapasta per circa 5 minuti. 
A questo punto versate i lamponi nel mixer e iniziate a frullarli per circa 4 minuti. Unite yogurt, miele e latte e lasciate frullare alla massima potenza per altri 3 minuti. 
Il vostro smoothie ai lamponi e menta è pronto per essere servito. Guarnite con foglie di menta.

Buon appetito!





Waffle dolci



I waffle sono dolci molto diffusi nel nord Europa e anche in America. Questi dolci hanno un aspetto particolare perché vengono cotti su una piastra incandescente che conferisce loro la classica forma a nido d’ape. Sono esternamente croccanti ma morbidi al loro interno. Vengono generalmente serviti accompagnati dal miele o da Nutella o se ti piace anche da altre creme o sciroppi.
Ottimi con una pallina di gelato, o con dello yogurt se vuoi qualcosa di più leggero. 😊💙


Ingredienti: (per 4 waffle)

100 gr. farina 00
2 uova
50 gr. zucchero
30 gr. burro
un pizzico di sale


Procedimento:

Inizia a preparare i tuoi waffle al forno separando i tuorli dagli albumi delle uova. Quindi monta gli albumi a neve ben ferma. La consistenza dell’impasto deve essere simile a quella della panna montata.

Se ce l’hai, puoi usare una impastatrice planetaria oppure un robot da cucina. Se non li hai, basta un po’ di olio di gomito. 😉
Fai sciogliere il burro in un pentolino. Nel frattempo sbatti lo zucchero con i tuorli.
Questa operazione è importante per la preparazione del piatto. Essendo questo a base di uovo, se i tuorli si lavorano poco il prodotto finale avrà quel tipico odore poco gradevole di uovo.

Aggiungi il burro che nel frattempo si sarà raffreddato.

A questo punto unisci gli albumi, facendo attenzione a non smontarli, amalgamando il composto dal basso verso l’alto.
Infine aggiungi la farina setacciata ed un pizzico di sale. Puoi vedere come i waffle hanno una preparazione quasi inversa rispetta agli altri dolci.
Per la cottura, se hai la piastra per waffle segui la procedura del tuo apparecchio. La classica piastra per waffle é facilmente reperibile in commercio con diverse forme. Io ho invece usato degli economici stampi in silicone, ed ho preparato i waffle senza piastra.
Ho quindi cotto i waffle al forno, ovviamente nel forno, che precedentemente avevo preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Non appena pronti, guarniscili come preferisci.

Puoi usare dello zucchero a velo, della Nutella oppure della marmellata.


Buon appetito!




Pasta alla salsa di peperoni

giovedì 23 febbraio 2017



Salsa con i peperoni, semplice e veloce...


Bene, dovete sapere una cosa, sono sempre alla ricerca di ricette veloci e buone per il pranzo da portare in ufficio. 
Le mense qua in Germania meglio lasciarle ai tedeschi, senza offese! 
Sicuramente più buono e salutare un piatto homemade. 😍
Ho provato a fare questo piatto e devo dire che non è stata una cattiva idea.

La salsa con i peperoni è stata gradita!


Ingredienti (2 persone):

200 gr. paccheri
2 peperoni rossi
1 spicchio di aglio
Olio extravergine di oliva
Pepe q.b.
Prezzemolo q.b.


Procedimento:

Tagliamo, dove aver lavato accuratamente, a pezzettini i peperoni e mettiamoli in una padella wok. Aggiungiamo un filo di olio, aglio tritato, pepe e prezzemolo. Facciamo cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio-basso. Una volta che i peperoni saranno cotti frulliamo il tutto con un frullatore ad immersione, creeremo quindi una bella salsa (aggiustiamo in caso con olio extravergine).
A parte cuociamo la pasta in abbondante acqua salata, prendiamo un bicchiere di acqua di cottura.
Due minuti prima che la pasta sia cotta scolatela e versatela nella padella wok dove avremo il sugo di peperoni, cuociamo per altri due minuti aggiungendo l'acqua di cottura per rendere più cremoso il tutto. Date una spolverata di pepe e...

Buon appetito!




Ketchup fatto in casa


Facciamo il ketchup fatto in casa?


Si sa qua in Germania quando si entra in un supermercato le salse fanno da padrone, mai viste tante salse in vita mia. Sarà che loro le amano tanto.
Pero' c'è sempre in rovescio della medaglia: ingredienti poco salutari e che non fanno poi cosi bene alla salute.
Quindi oggi facciamo il Ketchup homemade! Un gioco da ragazzi 💚😊
Nient di meglio che una gustosa salsa da accompagnare le verdure tagliate a julienne per un aperitivo sano e goloso o anche, per i più golosi, una salsa gustosa da accompagnare con la carne della grigliata.
Il ketchup ha origini asiatiche anche se è in America che trova la sua maggior distribuzione, non vi resta che provare!


Ingredienti:

250 gr. salsa di pomodoro
2 cipolle 
1 cucchiaio sciroppo d’agave
1 cucchiaio aceto mele
2 cucchiai salsa soia
½ cucchiaio sale
1 pizzico senape

Procedimento:

Tagliare sottilmente le cipolle, e unirle alla passata di pomodoro.
Fate cuocere per circa mezz'ora a fuoco moderato e poi passare tutto al frullatore.
Verso di nuovo in pentola e lasciare cuocere ancora per 20 minuti, dopo aver aggiunto l’aceto, lo sciroppo d'agave, la senape e la salsa di soia.
Regolare di sale e lasciare addensare bene.

Buon appetito!



Rosette di segale


E se facessimo il pane fatto in casa?


Qua in Germania devo dire che il pane non solo è buono, ma costa davvero poco!
Ho provato un po' di tutto dal pane Bio al pane normale e l'ho sempre gustato con piacere, a volte, pero', mi piace farlo fatto in casa, sopratutto quando fuori piove e non si ha voglia di uscire solo per acquistare del pane. 

Nella mia dispensa, dato che qua ci sono un sacco di farine di tutti i tipi, ne ho sempre una grande scorta quindi ieri ho provato a fare i panini di segale.
Risultato? Da leccarsi i baffi! 😋💚


Ingredienti:

300 gr. farina di segale Bio
200 gr. farina 00 Bio
250 ml. acqua tiepida
Lievito secco
Sale q.b.


Procedimento:

In una planetaria (nel caso non l'aveste va bene anche una ciotola capiente) lavorare energicamente tutti gli ingredienti, finché non avrete ottenuto un impasto omogeneo.
Lasciar riposare l'impasto coperto in un luogo asciutto.
Dopo circa 2 ore prendiamo l'impasto e lo lavoriamo, creando 8 pagnotte, le mettiamo su una teglia da forno con relativa carta e lasciamo riposare, sempre coperto, per un'altra ora.
Trascorso questo tempo creiamo le nostre Rosette.

Ci sono due metodi: 

- facciamo la tipica forma con un tagliamela
- lo creiamo noi con uno stampino tondo per biscotti e poi creiamo le varie strisce.

Inforniamo per 20 minuti a 180 gradi!

Buon appetito!



Farfalle integrali con pomodorini secchi, pancetta ed erba cipollina



Voglia di pasta?Sempre le solite idee?


Ecco una ricetta facile, veloce e gustosa.
Ho usato la pasta integrale perché trovo che certi sapori vengano esaltati maggiormente rispetto alla pasta tradizionale, qua in Germania trovo parecchie varietà di paste integrali a buon prezzo, le sto quindi testando tutte 😋
Inoltre se volete preparare la schiscietta la pasta integrale si presta meglio in quanto nel momento che la scaldate risulta meno secca!


Ingredienti (4 persone):

400 gr. di farfalle integrali
10 pomodorini secchi
1 pacchetto di pancetta affumicata
Erba cipollina q.b.
Scalogno q.b.
Pepe q.b.


Procedimento:

In una padella tipo wok fate rosolare lo scalogno tritato finemente con la pancetta, i pomodorini secchi ridotti a listarelle quando sarà ben rosolato aggiungete l'erba cipollina tritata.
In una pentola fate bollire l'acqua, aggiungete il sale e non appena bollirà versate la pasta. Prendete un mestolo di acqua di cottura, scolate 2 minuti prima che la pasta sia cotta e versate tutto nella padella wok, aggiungete l'acqua di cottura e cucinate per altri due minuti. Se volete potete pepare un po' la vostra pasta!

Buon appetito!


Biscotti con fiocchi di avena

mercoledì 22 febbraio 2017



Siete alla ricerca di nuovi biscotti per le vostre colazioni o merende?


La ricetta dei biscotti con fiocchi avena è ideale per la sana colazione del mattino e come accompagnamento al te del pomeriggio, semplicissima da realizzare, utilizza ingredienti genuini, senza burro, senza farina e senza tuorli e con il vantaggio di poter riciclare in maniera gustosa, i piccoli avanzi di fiocchi d’avena che rimangono nella busta quando sta per terminare.💚💛


Ingredienti:

2 albumi
100 gr. di zucchero
70 gr. di fiocchi d’avena
50 gr. di nocciole tritate
Succo e scorza di mezzo limone

Preparazione:

Montate a neve gli albumi con un cucchiaio di zucchero.
Tritate grossolanamente le nocciole.
In una ciotola riunite la scorza e il succo di limone, i fiocchi d’avena e le nocciole e poi amalgamateli agli albumi in modo molto delicato in modo che non si sgonfino
Foderata una placca da forno con apposita carta e poi, con l’aiuto di un cucchiaio formate dei mucchietti di composto e metteteli gli uni vicini agli altri.
Infornate a 180° per 15 minuti circa.

Buon appetito!


Latte di Unicorno: la bevanda del momento

↠ foto presa dal web


Unicorn Latte...la nuova stravagante bevenda targata USA...

Si sa, quando si parla di Stati Uniti e cibo spesso il legame equivale a stravaganza.
In questo caso possiamo davvero dire che è cosi! 
Sicuramente bella da vedere... personalmente non l'ho ancora provata anche perché l'ingrediente che ne fa da padrone è la spirulina, che è una alga ricca di carboidrati, minerali e vitamine.

Ecco la ricetta... L'alga spirulina la potete trovare nei migliori negozi bio o erboristerie, sconsiglio vivamente l'acquisto tramite web.


Ingredienti:

1 tazza di latte di cocco
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di curcuma
15 gr. di zenzero fresco
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di spirulina in polvere


Procedimento:
 
Basta mettere nel frullatore una tazza di latte di cocco, un cucchiaino di miele, uno di curcuma, aggiungere 15 gr. di zenzero fresco e infine un cucchiaio da tavola di succo di limone e di spirulina in polvere. 
La bevanda così ottenuta si serve rifinendo con polvere di spirulina, curcuma e zuccherini colorati. Volendo, si possono aggiungere anche dei chicchi di melograno o dei fiori commestibili.


Buon appetito!



Marmellata di arance




Tempo di arance? Facciamo la marmellata?


Semplice da preparare anche se richiede un po’ di tempo e l’ideale per la colazione o per farcire torte e crostate, la marmellata di arance è una conserva deliziosa. Ottima anche per accompagnare i formaggi.

La marmellata di arance si può realizzare con o senza le sue scorzette.💚


Ingredienti (4 vasetti da 250 gr.):

1 kg. di arance bio
500 gr. di zucchero
1 limone
200 gr. di scorzette


Preparazione:

Pelate le arance, privatele dei filamenti ed eliminate i semi. Questa operazione richiede tempo e cura per cui siate molto lenti ed efficaci.
Tagliate le arance a tocchetti con un coltellino affilato e mettetele in una pentola capiente con lo zucchero. Aggiungete il succo del limone. Fate cuocere per circa 2 ore a fuoco lento.
Se gradite le scorzette eliminate la parte bianca alle bucce e poi tagliatele a fettine sottili. Mettetele a bollire in acqua e zucchero per 10 minuti e aggiungetele alla cottura della marmellata quando mancano 10 minuti alla fine della preparazione
Invasate la marmellata nei vasetti puliti e sterilizzati ancora calda.

Lo sapevate che?💬

Per ottenere una conserva più golosa potete aggiungere alla vostra marmellata alcune spezie come cannella e zenzero sia in polvere che fresco.
Aggiungendo invece 3 mele mature tagliate a tocchetti potete diminuire la quantità di zucchero in quanto le mele contengono pectina che aiuta a conservare e addensare.
Una ricetta insolita e appetitosa è quella della marmellata di arance e cipolle rosse di Tropea che si realizza aggiungendo ad un chilo di arance 700 gr. di cipolle di Tropea opportunamente fatte macerare in 250 ml. di aceto di vino.


Buona merenda!


Frullato di papaia e avocado: un alleato per il mal di stomaco


Problemi di mal di stomaco? Ecco un frullato che fa al caso tuo!


La papaia ha davvero poche calorie oltre ad essere ricca di sali minerali e vitamine: potassio, sodio, calcio, magnesio e ferro, ma anche vitamine A, C, ed E, questo frutto diventa quindi un alleato irrinunciabile per il benessere dell’intestino: oltre a favorire la digestione, in particolare delle carni, regolarizza il transito riducendo i fastidi dovuti alla stitichezza.
L'avocado invece ha proprietà benefiche dovute al fatto che esso è ricco di acido grasso linoleico e omega 3. Si tratta dei cosiddetti “grassi buoni”, che riescono ad inibire la produzione di colesterolo. Per questo mangiare l’avocado si rivela un’ottima strategia, per badare alla salute del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio in generale.
L’avocado è ricco anche di antiossidanti, che riescono a contrastare l’azione dei radicali liberi e a rallentare l’invecchiamento cellulare. Fra gli antiossidanti, di cui è ricco questo frutto, troviamo specialmente la vitamina A e la vitamina E. 😉💚


Ingredienti:

papaia
1 avocado
Acqua q.b.
1 cucchiaino di miele 


Procedimento:

Lavatela bene i frutti.
Apriteli, togliete il seme (avocado) o i semi (papaia).
Tagliate a pezzetti la frutta e inseritela nel frullato con acqua a sufficienza.
Frullate finché non avrete ottenuto una bevanda leggermente cremosa, aggiungete un cucchiaino di miele.

Buon appetito!





Salsa di noci

martedì 21 febbraio 2017



Come condiamo oggi la pasta? 



Quante volte ci siamo fatte questa domanda e spesso le risposte sono sempre le stesse. A me piace molto variare in cucina e quindi ogni volta che trovo un nuovo condimento che mi piace me lo scrivo subito affinché posso avere più varietà nei piatti settimanali,

Ecco una idea super buona e veloce che una volta provata vi direte: "Perché non ci ho pensato prima?" 😊


Ingredienti:

100 gr. di gherigli di noci mondati
Mezzo spicchio d’aglio
1 cucchiaio di senape
Il succo di mezzo limone
2-3 dl di olio d’oliva
Una presa di pepe macinato al momento


Preparazione:

Pestate le noci, aggiungete l’aglio, il cucchiaio di senape, il pepe e il succo di limone.
Mescolate e poi unite anche l’olio.
Continuate a mescolare fino all'ottenimento di una salsa cremosa.


Buon appetito!





Chiacchiere di Carnevale




E' tempo di Carnevale e quindi anche di dolci davvero gustosi da preparare!
Classiche sono le Chiacchiere di Carnevale vi insegno a farle sia con la versione classica sia con la versione "cotte al forno".
Qua dove vivo io in Germania si festeggia molto meno e non si trovano nelle pasticcerie i classici dolcetti del periodo, quindi devo per forza farle a casa! 💚


Ingredienti:

300 gr. di farina
80 gr. di zucchero
60 gr. di burro
2 uova
30 ml. di spumante dolce
1 cucchiaino di scorza di arancia
1 cucchiaino di scorza di limone
2 cucchiaini di lievito
Un pizzico di sale
Zucchero a velo q.b.
Olio di semi di girasole per friggere

Procedimento:

Iniziamo con il grattugiare la scorza di arancia e quella di limone.
Versate in una ciotola la farina, il lievito, lo zucchero e le scorze di arancia e limone, aggiungiamo un pizzico di sale e disponete a fontana.
Aggiungete anche un pizzico di sale e disponete il tutto a fontana. Aggiungete quindi anche le uova, il burro a pezzetti morbido e lo spumante.
Amalgamate bene tutti gli ingredienti fino all'ottenimento di un impasto liscio ed omogeneo e poi riponete il tutto in frigorifero per almeno 15 minuti.
Trascorso questo tempo, stendete l’impasto con il mattarello fino a quando non risulta abbastanza sottile e, con il tagliapasta, ricavate delle strisce di circa 3-10 cm. Sempre utilizzando il tagliapasta, effettuate anche un taglio al centro di ogni Chiacchiera.
Riempite una padella con olio di girasole, fate riscaldare l’olio e poi friggete le Chiacchiere fatte in casa fino a quando non iniziano a gonfiarsi e diventano di un bel colore ambrato.

E se invece volessi farle al forno? 💬

Foderate una teglia con carta forno, adagiate le chiacchiere distanziandole una dall'altra e infornate a 180° per 15-20 minuti.


Buon Carnevale!


Tisane anti stress




Ecco sei tisane contro lo stress!



Spesso lo stress viene a fare visita nelle nostre vite, ecco dei metodi efficaci e naturali per poterlo combattere.
Gli effetti dello stress sono davvero tanti e possono causare stimoli emotivi, fisici o anche mentali.
Ecco una lista di erbe che fanno al caso nostro in caso di stress.💚


Papavero

Il papavero  possiede proprietà rilassanti. Allevia la tensione e rallenta il polso e la respirazione. Per preparare una decozione di papavero fate bollire per 10 minuti una manciata di petali. Lasciatela raffreddare e mettetela in frigo. In caso di stress bevete un bicchiere di questa bevanda, anche più volte al giorno.

Basilico

Il basilico è molto utile soprattutto il giorno prima di un avvenimento la cui incombenza ci mette sotto stress, in questo modo ci rilasseremo e riusciremo a dormire bene. Il basilico è dotato di proprietà calmanti e sedative molto efficaci. Portate a ebollizione 25 gr. di foglie di basilico fresche in 50 cl. d'acqua, coprite e lasciate bollire per 10 minuti. Anche questo rimedio può essere consumato più volte al giorno nei periodi in cui siamo sottoposti a stress.

Biancospino

Il biancospino contiene flavonoidi, è un rimedio molto efficace in caso di ansia, d'insonnia e di nervosismo. E' un ottimo sedativo del sistema cardiovascolare, regola la pressione sanguigna e il ritmo del cuore. Mettete 5 gr. di biancospino secco in 50 cl. d'acqua bollente. Lasciate in infusione per 10 minuti. Filtrate e bevete una o due volte al giorno.

Timo

Il timo è un eccellente tonico del sistema nervoso, è molto utile in caso di stati ansiosi. Versate 30 gr. di timo in un litro d'acqua bollente, coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Bevetene durante la giornata per ridurre lo stress fino a quando vi sentirete meglio. Potete dolcificare quest'infuso con del miele.


Lavanda

La lavanda ha un effetto sedativo sul sistema nervoso, per questo è consigliata nei casi di stress accompagnato da ansia, nei bambini e negli adulti. Preparate un infuso con 5 gr. di fiori di lavanda in un litro d'acqua bollente. Potete berne tre tazze al giorno trai pasti. 


Valeriana

La valeriana è davvero la pianta sedativa per eccellenza, rilassante e antispasmodica, calma l'ansia e l'insonnia. In 25 cl. d'acqua fredda versate un cucchiaio di radici di valeriana. Portate a ebollizione e lasciate bollire per 3 minuti. Filtrate e aggiungete del miele. Bevetene durante il giorno o la sera, per favorire il sonno.


Lo sapevate che respirare bene allevia lo stress? 💬

Può essere efficace eseguire degli esercizi di respirazione per imparare a gestire lo stress nella quotidianità. Infatti attraverso la respirazione possiamo rilassarci anche quando ci sentiamo molto stressati. Potete dedicare tre spazi nel corso della giornata, della durata di 3 minuti circa, in cui vi isolate, chiudete gli occhi ed eseguite respiri profondi e lenti, trattenendo il respiro tra l'inspirazione e l'espirazione.


Tagliatelle di farro con sugo di zucchine e pomodorini

lunedì 20 febbraio 2017



Ogni tanto è bello pasticciare in cucina, a me rilassa molto, non c'è cosa migliore di creare un buon piatto! Se è salutare ancora meglio.
Oggi vi insegno a fare le tagliatelle di farro, sono davvero ottime, io le preferisco rispetto a quelle preparate con farina 0.
Il farro è un antico frumento. Il consumo di farro contribuisce all'apporto di vitamina B, ricco di fosforo, potassio e magnesio. E' anche molto digeribile ed è indicato a chi soffre di stitichezza in quanto ha proprietà lassative. 💚


Ingredienti (4 persone):

400 gr. farina di farro integrale bio
4 uova
2 zucchine
10 pomodorini cherry
Timo q.b.
Sale q.b.
Grana padano q.b.


Procedimento:


Su un piano di lavoro o in una grande ciotola, formate una fontana con la farina, creando al centro lo spazio necessario per accogliere le uova e gli altri ingredienti. Versate all'interno della fontana le uova, l’olio e il sale. Mescolate bene le uova al centro con una forchetta sino ad amalgamarli completamente aggiungendo gradualmente la farina dal bordo della fontana e continuando a mescolare con un movimento circolare.
Quando la maggior parte della farina sarà stata incorporata nella massa, cominciate a lavorare con le mani per ottenere un composto omogeneo.

Se l’impasto non riesce ad incorporare tutta la farina, eliminate l’eccesso; se l’impasto risultasse al contrario troppo morbido o troppo appiccicoso, aggiungete poca farina.
A questo punto impastate il composto con le mani (meglio con le dita che con il palmo, per avere più controllo dell’impasto), sino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Potrete rendervi conto della giusta elasticità provando a premere il composto con un dito; se il dito non affonda troppo e l’impasto tende a riprendere la forma originale, siete arrivati alla giusta elasticità.

Formate una palla con l’impasto e fatela riposare in frigorifero per almeno 20 minuti, ben coperta da pellicola per alimenti. Trascorso il tempo di riposo l’impasto è pronto. Ora potrete decidere il formato da preparare.

Nel frattempo prepariamo il sugo, tagliamo a pezzettini le zucchine e i pomodorini, condiamo con olio e sale e spezie a vostro piacere e facciamo (io ho usato il timo) cuocere a fuoco moderato.

Riprendiamo la pasta nel frigo e prepariamo le tagliatelle.

Stendete la pasta. Infarinatela bene e avvolgetela su se stessa. Con un coltello affilato tagliate dei nastri larghi almeno 1 – 1.5 cm.

Facciamo bollire l'acqua salata e quando sarà in ebollizione mettiamo la pasta quando verrà a galla sarà pronta, prendiamo la pasta con una schiumarola e versiamo la pasta nel sugo e condiamo con abbondante Grana Padano.

Buon appetito!




Pizza con farina di farro, carciofi e mozzarella

domenica 19 febbraio 2017


Negli ultimi tempi ci sono molte discussioni in merito alla farina 0, tale farina secondo molti non farebbe bene, io rimango fedele al fatto che per me la pizza più buona sia quella con la farina bianca ma per variare un po' e per stare anche un po' più attenti alla salute non disdegno nemmeno la pizza fatta con la farina di farro.

Il farro è una antica varietà di frumento, coltivato da molto tempo anche in Europa e in Italia. Di recente le sue qualità di gusto e nutrizionali sono state riscoperte, in particolare nei regimi vegetariani e vegani, ed è quindi sempre più frequente l’uso del cereale in chicchi o in farina. Rispetto ad altre varietà di frumento è più ricco di proteine e sali minerali, soprattutto fosforo, potassio e magnesio.
La pizza con farina di farro è una preparazione semplice che non richiede alcun accorgimento particolare rispetto a quella con la classica farina di frumento, ma possiede una buona qualità nutrizionale. La pizza diventa anche una buona fonte di fibre alimentari perlopiù insolubili. 😊💙💚💛💜
 

Ingredienti:

300 gr. farina 0 bio
500 gr. di farina di farro bio
400 ml. di acqua tiepida
200 gr. passata di pomodoro
200 gr. mozzarella
400 gr. di carciofi
1 panetto di lievito di birra fresco
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
Origano q.b.
Aglio q.b.
Rosmarino q.b.

Procedimento:

Disponete le farine a fontana sul piano lavoro, poi mettete in una ciotola l’acqua tiepida e aggiungete il lievito di birra sbriciolato. Fate sciogliere il lievito e poi versate il composto al centro della fontana di farine, unite l’olio e iniziate a impastare. Continuate a lavorare l’impasto fino a che non diventerà liscio ed elastico. Formate con le mani la classica “palla di pasta”, quindi fate lievitare in una ciotola in un luogo tiepido e lontano da correnti. Dopo circa un’ora, il volume sarà almeno raddoppiato. A questo punto preriscaldate il forno a 180 gradi e stendete due pizze su due teglie grandi, ricoperte di carta da forno. Versate sulla superficie della pizza la passata di pomodoro e cuocete in forno per circa 20 minuti. Preparate nel frattempo i carciofi al vapore: insaporiteli in padella con uno spicchio di aglio e un rametto di rosmarino. Spezzettate la mozzarella e poi distribuitela con i carciofi sulla pizza. Infornate nuovamente per far sciogliere il formaggio. Sfornate, dividete in porzioni e servite calda.

Buon appetito!




 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS